RICCARDO SCAMARCIO

Riccardo Scamarcio (Trani, 1979) oltre ad essere uno dei più noti e amati interpreti della scena italiana, con una particolare attitudine per il cinema indipendente e d’autore, da alcuni anni è anche un produttore attento e sensibile, con la sua Buena Onda (fondata insieme a Valeria Golino e Viola Prestieri), pronto a scommettere su nuovi talenti come Cosimo Terlizzi.

Sterminata la sua biografia come attore, inaugurata al cinema da un’apparizione in La meglio gioventù (2003), lanciata da Tre metri sopra al cielo (2004), consolidata in un’alternanza di film mainstream e di nicchia, da Romanzo criminale di Michele Placido (2005) a Texas di Fausto Paravidino (2005), da Manuale d’amore 2 di Giovanni Veronesi (2007) alla grande prova offerta in Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti (2007).  E poi Mine vaganti di Ferzan Ozpetek (2010), il Pasolini di Abel Ferrara (2014), Meraviglioso Boccaccio dei fratelli Taviani (2015), la coraggiosa e notevole impresa di Pericle il nero di Stefano Mordini (2016), di cui era anche produttore. È stato diretto anche da Costa Gavras, Woody Allen e Paul Haggis. Dal 2010, con la Buena Vista, ha prodotto tra gli altri Miele di Valeria Golino (2013), La vita oscena di Renato De Maria (2014), Per amor vostro di Giuseppe Ferrandino (2015).

(foto riccardoscamarcio.net)