Uno degli eventi del festival sarà l’esordio di Cosimo Terlizzi, artista straordinario, capace di mescolare cinema, letteratura, performance, videoarte, fotografia, filosofia. Infatti si tratta di un esordio per modo di dire: sono già numerosi (e apprezzati) i suoi lavori realizzati negli anni, tra documentari, esperimenti e videoclip. Ma questo è il primo lungometraggio, la prima opera di fiction, in cui la sua sensibilità e attitudine visionaria vengono messe al servizio di una storia di formazione, quella di un 17enne pugliese di provincia affascinato dalla vita dei ragazzi di città, alla scoperta della terra, del corpo, della “grecità”, dell’anima del mondo.

Riccardo Scamarcio, che oltre ad essere un grande attore è anche un produttore attento e coraggioso, ha scommesso su di lui già ai tempi de L’uomo doppio, documentario del 2012. Ora, insieme a Valeria Golino, Viola Prestieri e la loro Buena Onda, ha prodotto anche questo film, Dei, che promette di essere una delle opere italiane più interessanti dell’anno e che il festival Aquerò presenterà in anteprima.

Scamarcio sarà all’auditorium San Fedele di Milano, sabato 10 febbraio alle 21, insieme al regista, per parlare del suo film e di cosa significhi produrre e sostenere il cinema indipendente in Italia.

(foto Matteo Leonetti)

Related Article